HomeRelazioni

Relazioni

All'amore piace giocare, non è una novità. Finché non ci capita sul serio, però, pensiamo che l’amore si diverta solo con gli ingenui o con gli incurabili romantici. Crediamo di essere immuni a quegli scherzi, guardiamo da lontano quei pazzi che fanno cose senza un minimo di logica per le persone di cui si sono innamorati. E no, finché non ci capita, non capiamo. Poi arriva un giorno. Chiamiamolo il giorno x. In quel giorno le lacrime ci rigano le guance. Qualcuno ci ha spezzato il cuore.  Ci chiediamo ripetutamente perché abbiamo permesso che l’amore si prendesse gioco di noi. Cerchiamo di convincerci che quelle lacrime siano un’illusione, poi sentiamo il sapore di sale in bocca. Ma ancora non vogliamo crederci. Allora lo ripetiamo ancora più convinti: “Non può essere capitato a me”. Ma quelle maledette lacrime non si fermano. “Perché è successo a me?”. Nel preciso istante in cui ci facciamo quella domanda, perché ce la siamo posta almeno una volta, la verità si svela, brutale e senza veli.  Ci siamo innamorati, e questo, anche se ci rende vulnerabili possiamo accettarlo – con uno sforzo magari. Ma non è finita, perché ci siamo innamorati esattamente della persona sbagliata. E qui